De Filippis

 

De Filippis-Delfico

 

(Teramo, 1820)

biblioteca - archivio virtuale

Stemma famiglia De Filippis-Delfico, Teramo, 1820

family web site

Delfico

(Napoli, sec. XVIII)

(Teramo, sec. XV)

Stemma famiglia De Filippis, Napoli, sec.XVIII

Stemma famiglia Delfico, Teramo, sec.XV

Homa page 

Epistolario

Melchiorre De Filippis-Delfico alla madre Marina

Lettera datata Napoli, 22 luglio 1843

Ubicazione del manoscritto: Archivio privato

A cura di Lina Ranalli

Pag. 1

Pag. 1

Pag. 2

Pag. 2

Pag. 3

Pag. 3

Indirizzo

Indirizzo

Trascrizione

Napoli 22 luglio 1843

 

Carissima MammÓ

Mi dispiace che nella passata posta restaste priva di mie novelle, ma posso assicurarvi che io diressi i miei caratteri a voi, e se l'irregolaritÓ delle poste non han permesso di farvele giungere in tempo, non avete di che lagnarvi di me; anzi vi dir˛ che nella mia dŔ 15 corrente parlava della mia sospensione di mesata che sembrami impossibile come PapÓ abbia potuto fare questa cosa; giacchŔ sono molti giorni che sto senza poter prendere neppure un grano di caffŔ, e specialmente quando vado a pranzo da Zio Giovannino, che la sera non trovo quella piccola cena a casa, debbo stare a digiuno sino al pranzo del giorno seguente, continuando questa cosa, sar˛ ridotto, o a fare un debito, o pure a vendermi il mio violino; cosa che pi¨ facilmente far˛ se non mi mandate qualche cosa, ed al pi¨ presto possibile; ve ne supplico.

Un'altra cosa vi dir˛ ancora, cioŔ che avendomi associato ad un'opera di Guerrazzi, ossia l'Assedio di Firenze per passare le ore di ozio a leggere delle cose dilettevoli ed istruttive, per la detta associazione dava la metÓ del mio mensile, ora non lo posso pi¨, e anche per questo motivo non avrete  piacere  di farmi fare una cattiva figura per cose d'inezierie.

Sono stato ardito dirvi queste cose, ma a voi solo; dappoichŔ sapendo che PapÓ trovasi a Montesilvano potrete avere questa mia senza sua saputa, e mandarmi cosý anche qualche cosetta.

Mi rallegro moltissimo che la vostra salute e quella di tutta la famiglia va bene, ed altrettanto vi dico di me, mentre con il solito rispetto baciandovi la mano come fo a PapÓ ed alla Sig. ra Nonna [supp]lico

 

Il Vostro Aff. mo Figlio

Melchiorre

 

[Indirizzo:]

A  S. E.

La Sig. ra Contessa D. Marina de Filippis Delfico

Teramo

_______________

Un ringraziamento particolare al dott. Tommaso Santoro per aver messo a disposizione il documento originale.